moviengtogaza

Articolo del Huffingtonpost su StripLife

buffer_serra

Torino Film Festival 2013. "Striplife". Il documentario sulla vita nella Striscia di Gaza. Abbiamo parlato con uno dei registi Antonia Laterza, l'Huffington Post  |  Pubblicato: 21/11/2013 Striplife racconta la giornata di sette personaggi che in comune hanno poco come stili di vita, età e classe sociale ma legati da un "destino" comune e ineluttabile, quello di essere nati nella Striscia di Gaza, un lembo di terra lungo 41 km e largo appena 6-7 km, che da decenni è in guerra - ad più o meno alta o bassa intensità secondo i periodi- con il suo vicino Israele. Read more

Read more...

Moviengtogaza – Yalla Shebab film festival

yalla_shebab

Consigliamo questo giovane festival italiano per avere un'occhi sul cinema mediorientale. Come dicono nel sito: "Yalla Shebab è lʼunico festival in Europa dedicato allʼauto-rappresentazione dei giovani del mondo arabo, attraverso opere cinematografiche e artistiche da loro prodotte, con lʼobiettivo di favorire conoscenza e dialogo in un bacino di mare che ci unisce molto più di quello che separa." //

Read more...

Fare satira è un mestiere da disoccupati

IMG_8963

Fare satira a Gaza è un lavoro da disoccupati! Non è facile raccontare al mondo esterno alla striscia quelle che sono le circostanze impossibili in cui si vive qui: lo stadio distrutto, l'accesso al mare per pescare ostacolato dal fuoco continuo delle vedette israeliane, la disoccupazione che raggiunge livelli altissimi, periodi di carenza di combusitibile, 5000 prigionieri politici detenuti nelle carceri israeliane in sciopero della fame, la mancanza di libertà di movimento... E' difficile raccontare questo cercando di far sorridere, cercando di non annoiare un pubblico occidentale che oramai...

Read more...

Oggi non fumo

IMG_8658

Oggi era pieno di donne che cantavano come in una litania rabbiosa il loro grido di libertà per i figli, mariti e nipoti. Nel cortile della Croce Rossa Internazionale erano tutte sedute per l'incontro settimanale che si ripete da tempo immemore, per chiedere la liberazione dei prigionieri politici che Israele ha seppellito nei suoi carceri lager. A luglio i dati parlano di 4550 prigionieri, tra i detenuti ci sono 220 bambini, e sei donne, la più vecchia delle quali è Lena Jerboni, dei territori occupati nel 1948, e imprigionata da oltre dieci anni. E anche qui basta non avere il permesso...

Read more...

L' economia dell' Occupazione

shekel-freepalestine

Quando prendi dei soldi in mano, qui a Gaza, se osservi con attenzione si può leggere la scritta Bank of Israel. Quando sei in un negozio,qui a Gaza, sugli scaffali sono pieni di prodotti (80%) con scritto Made in Israel. Quando sei sul campo di un contadino, qui a Gaza, a ridosso della buffer-zone dove coltivare la terra vuol dire rischiare la vita, sui sacchi del concime o del terriccio c'è scritto Made in Israel. Allora incominciamo a pensare che più che un embargo economico si puo parlare di neo-colonialismo; che Israele, uno degli stati più teocratico al mondo, sta mantenendo sotto...

Read more...

Operazione “Pillar of defence”

Mercoledì 14 novembre 2012 parte l’operazione “Pillar of Defence” da parte dell'esercito israeliano volta a colpire e rendere inoffensive le postazioni missilistiche di Hamas e di altre "organizzazioni terroristiche", come le definisce Israele che non ha mai riconosciuto Hamas come una forza politica nonostante sia un partito che si presenta alle elezioni ed anzi l'ha sempre considerata una cellula terroristica da fronteggiare attraverso attacchi militari. Prima di questa data il cielo di Gaza fischiava al suono dei droni, elicotteri apache e caccia F16 in un susseguirsi di offensive e controffensive...

Read more...

Iniziativa Movi(e)ngToGaza a Roma 10/11/12

VISIONI_WEB_def

VISIONI DAL MONDO – (ATTRA)VERSO GAZA: forme di resistenza quotidiana in Palestina e per la Palestina. Intervengono: Giovani Palestinesi in Italia / BDS Roma/Italia – campagna internazionale di Boicottaggio Disinvestimento e Sanzioni / Freepalestine Roma / Progetto Moviengtogaza in partenza per Gaza. Collegamenti con Egitto e Gaza Conoscere Gaza e la Palestina tutta significa conoscere una storia di resistenza quotidiana che va oltre i confini delineati dal tentativo di colonizzazione israeliana e che superi la volontà di cancellare la storia e il futuro di milioni di persone. Significa...

Read more...

… A che punto siamo ?

sfondo_corretto.jpg

 Siamo al punto che alle Nazioni Unite Benjamin Netanyahu è intervento con un pennarello... Il premier israeliano ha tracciato una linea rossa sul disegno in stile fumetto di una bomba che ha mostrato alla platea affermando che ''di fronte ad una chiara linea rossa Teheran si fermerà"... definendo inoltre ''diffamatorio'' il discorso pronunciato poco prima da quello stesso podio dal presidente palestinese Abu Mazen , che aveva a lungo puntato il dito contro Israele, accusandolo di condurre una colonizzazione ''razzista'' dei territori palestinesi.  Siamo al punto che i giornali parlano solo...

Read more...

CONTINUANO I BOMBARDAMENTI SULLA STRISCIA DI GAZA

Oggi martedì 5 giugno, intorno alle 23 Gaza veniva bombardata più volte. Negli ultimi giorni i raid si sono succeduti quasi ogni notte, da quando un attivista jihaidista della resistenza palestinese ha superato i confini della striscia per entrare in territorio israeliano con l'intento di far esplodere un kibbutz. Uno scontro a fuoco fra questo ed un militare israeliano, che sorvegliava l'area, è costato la vita ad entrambe. Successivamente un aereo israeliano ha sganciato una bomba su un mezzo di trasporto con a bordo 4 attivisti jihaidisti, uccidendoli. Nella sotte fra sabato e domenica...

Read more...

PRIMO GIUGNO A GAZA, FUCILI E BOMBE

Questa mattina a Gaza il sole non si è levato silenzioso come le altre volte, anzi è esploso prima nel cielo e poi sulle strade e ha lasciato morti e feriti. Era notte tarda quando il nostro amico Mohamed stava camminando lungo la spiaggia. Tutto in torno era buio e l'unica cosa che si sentiva erano i suoi passi e quelli del compare col quale stava rientrando a casa. La spiaggia di Gaza è magica quando è deserta, quando l'unica luce che vedi proviene dalle stelle o dalle barche dei pescatori che anche questa notte hanno sfidato i fucili israeliani. Quando senti sparare quei colpi, anche...

Read more...